News

Maltempo in Alta Pusteria

Danni a Braies, sopralluogo dell' assessore Schuler e del presidente dell'Unione Provinciale Gapp

Sopralluogo di Schuler e dei vertici di Protezione civile e vigili del fuoco nelle zone colpite dal maltempo in Alta Val Pusteria. Ingenti i danni a Braies.

L'assessore per la Protezione civile Arnold Schuler, il direttore dell'Agenzia per la Protezione civile Rudolf Pollinger ed il presidente dell' Unione provinciale dei Vigili del fuoco Wolfram Gapp sono sul luogo per procurarsi una visione generale sull'evento.
Nelle zone colpite sono intervenuti diversi Corpi dei Vigili del Fuoco; la notte scorsa e durante la mattinata hanno svolto più di 80 interventi.
In località Ferrara in Val di Braies a causa di 100 mm di pioggia caduta in brevissimo tempo, il torrente di Braies è uscito dal suo alveo e ha innondato le case e le abitazioni della zona. Diverse autovetture sono state trascinate dalle correnti impetuose nel rio. Un treno regionale di Trenitalia diretto a San Candido è rimasto bloccato a causa di una frana quattro chilometri da Valdaora. Gli 80 passeggeri sono stati evacuati dalle squadre di intervento e portati nei centri di assistenza presso le stazioni di Valdaora e Dobbiaco. La linea ferroviaria tra Dobbiaco e San Candido é ancora interrotta. Un geologo di Trenitalia é sul luogo.
A Ponticello si sono abbattute diverse frane a poca distanza dall’albergo Brückele. La stradina di accesso allo stesso albergo è stata liberata dalle frane verso le ore 3:00 di mattina. Le operazioni si sono rivelate difficili sia a causa dell´oscurità che a causa dalla mancanza di alimentazione elettrica nella zona. Sono state colpite circa 350 utenze. Persone interessate si possono rivolgere al numero verde 800 550 522 dell'Edyna.
Attualmente nella zona interessata sono impegnati oltre 200 soccorritori. Presso la casa della cultura di Braies è stato allestito un centro di assistenza per la popolazione, da dove vengono coordinate le operazioni sul posto.
La SS 49 in direzione Valdaora è di nuovo transitabile e la SS 244 della Val Badia è transitabile a una corsia. La SS 51 nel tratto Dobbiaco Cortina invece rimane ancora chiusa a causa di alberi abbattuti e di frane. Informazioni attuali riguardo la transibilità sono pubblicato sul sito della Centrale Viabilità Bolzano.
Una forte ondata di maltempo, nella notte fra sabato e domenica (5-6 agosto) ha colpito l'Alto Adige. Particolarmente interessata l'Alta Val Pusteria con temporali e grandinate di forte intensità che hanno provocato smottamenti ed esondazioni.
I danni principali si sono registrati a Braies e Dobbiaco, dove questa mattina si sono recati per un sopralluogo l'assessore Arnold Schuler, il direttore della Protezione civile Rudolf Pollinger e il presidente dell'associazione provinciale dei vigili del fuoco, Wolfram Gapp. "La priorità - ha sottolineato Schuler - è quella di rimettere in sesto zone e strutture che hanno subito i maggiori danni, e fare in modo che il ritorno alla normalità sia il più rapido possibile. Da questo punto di vista, abbiamo dimostrato ancora una volta la grande professionalità ed efficienza di tutta la macchina della Protezione civile altoatesina: grazie alla collaborazione fra Vigili del fuoco volontari, rappresentanti dei comuni, del Commissariato del governo, nonchè di Polizia e Carabinieri, sono state prese le decisioni migliori e gli interventi sono stati rapidi ed efficaci".

lavori di sgombero in corso

Le operazioni di sgombero a Braies continuano con 2 corpi VVF a turno del distretto dell' Alta Pusteria che lavoreranno insieme con i VVF di Braies anche per i prossimi giorni. La coesione e l'impegno delle persone sul luogo è davvero esemplare!

situazione sotto controllo

A Braies e Dobbiaco numerosi vigili del fuoco al lavoro. Il temporale del primo pomeriggio non ha provocato ulteriori danni.

"Grazie all'ottima collaborazione fra autorità, forze dell'ordine, volontari e popolazione, possiamo dire che nonostante gli ingenti danni la situazione è attualmente sotto controllo". Questo il tranquillizzante messaggio lanciato dall'assessore provinciale Arnold Schuler al termine del sopralluogo effettuato oggi (6 agosto), assieme al direttore della Protezione civile Rudolf Pollinger e al presidente dell'associazione provinciale dei vigili del fuoco, Wolfram Gapp, nelle zone dell'Alta Pusteria maggiormente colpite dalla violenta ondata di maltempo della notte scorsa.
I danni sono stati piuttosto ingenti sia per quanto riguarda i terreni agricoli, sia per quanto riguarda edifici e abitazioni civili. La situazione più delicata rimane quella di Ferrara, frazione del paese di Braies. "Nella parte alta del Rio Braies - commenta Pollinger - si è verificato uno smottamento che ha interessato in maniera decisamente seria molte case e terreni situati nei pressi della caserma dei vigili del fuoco, compresa la chiesa. I problemi principali si sono registrati nelle cantine e all'interno degli appartamenti situati a piano terra".
In totale, sono 140 i vigili del fuoco volontari di tutta la Val Pusteria all'opera nelle zone colpite dal maltempo, con diverse ruspe al lavoro soprattutto in località Brüggele, dove le strade sono state travolte da fango e detriti. L'Hotel Brückele è ora nuovamente raggiungibili con tutti i mezzi, la malga Prato Piazza solo con veicoli fuoristrada, mentre alla malga Rossalm ci si può recare solamente a piedi. I problemi legati alla mancanza di energia elettrica in alcune zone sono stati momentaneamente risolti con l'impiego di alcuni generatori, fortunatamente non si segnalano danni per il temporale del primo pomeriggio di oggi, eccezion fatta per alcuni disagi al traffico lungo la circonvallazione di Monguelfo.
Da Braies a Dobbiaco: la strada che porta a Cortina è interrotta a causa dell'esondazione di un corso d'acqua che ha portato con sè fango e detriti. Lo stesso smottamento sta causando notevoli problemi anche al lago di Dobbiaco, dove il deflusso dell'acqua risulta ostruito: i vigili del fuoco volontari sono al lavoro, assieme ai tecnici dell'Ufficio provinciale sistemazione bacini montani est, per realizzare una sorta di bypass in grado di risolvere la situazione. Per quanto riguarda, infine, la viabilità: rimangono chiuse sia la strada statale 51 di Alemagna tra Dobbiaco e Cortina, così come la linea ferroviaria della Val Pusteria tra Dobbiaco e San Candido. Rimarrà probabilmente off limits sino a domani anche la strada che porta al lago di Braies.